Covillage

Modello sperimentale, mai realizzato e da verificare se fattibile.

Il Covillage è un villaggio di cohousing realizzato su un terreno edificabile in affitto. Il fatto che il terreno sia edificabile permette di chiedere il permesso a costruire, chiaramente concordando l’iniziativa con il proprietario del terreno. Per risparmiare sui costi, non verrà però costruito nulla anche perchè è un terreno in affitto.

Nella richiesta presentata al Comune, il tecnico presenterà un progetto realizzato con case mobili non omologate (non serve l’omologazione se il terreno è edificabile) e con yurte e cupole geodetiche come casa comune.

Si può risparmiare parecchio sulle case mobili non omologate e trovarle usate anche a 10.000 euro o meno. Lo stesso vale per la casa comune che può essere realizzata con strutture usate.

Andranno però costruite le opere di urbanizzazione (allacci acqua elettricità fogna ecc..) e pagati gli oneri di urbanizzazione ed altre spese al Comune. Queste spese potrebbero essere concordate con il proprietario del terreno da detrarre dall’affitto.

Una soluzione del genere è completamente legale ed i residenti potranno stabilire residenza e domicilio nel Covillage.

https://www.instagram.com/explore/tags/tinyhouseitalia/

https://www.facebook.com/LivingTinyItalia/

https://giuliafasoli.com/